lunedì 20 novembre 2017

GNCA 2017

Sabato 25 novembre, in occasione della 21 Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, in tutta Italia 145.000 volontari in quasi 13.000 supermercati, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a 8.035 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.585.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 135.000 bambini fino a 5 anni. Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo.
La campagna di raccolta fondi dal 17 al 27 novembre, attraverso gli Sms Solidali o le chiamate da rete fissa al numero 45547.

Per info https://www.collettaalimentare.it

giovedì 5 ottobre 2017

Nel crogiolo della storia con l’audacia del Vangelo

La Consulta diocesana delle aggregazioni laicali organizza il 3° convegno “Nel crogiolo della storia con l’audacia del Vangelo”, sabato 21 e domenica 22 Ottobre 2017 presso Oasi Azzurra Village via Lungomare 42 San Saba.
Il programma è consultabile sul sito www.consultalaici.messina.it per informazioni e prenotazioni consultalaicimessina@hotmail.it.

lunedì 2 ottobre 2017

Presentazione libro

il Centro Culturale di Catania ci invita alla presentazione del libro "Qualcosa di prezioso che accade" - La missione di Speranza e Carità raccontata da Biagio Conte e Francesco Inguanti, che si terrà venerdì 6 Ottobre alle ore 18.45 presso il Teatro dell'Istituto Sant'Orsola - via Macallè 3 - Catania.
 Sarà presente l'autore ed interveranno:
  • Antonio Di Grado (Professore di Letteratura italiana Università degli Studi di Catania
  • Don Massimo Naro (Docente di Teologia sistematica Facoltà Teologica di Sicilia - Palermo)
Modererà:
  • Alfio Pennisi (Presidente Centro Culturale di Catania)

sabato 22 luglio 2017

XXXVIII Meeting di Rimini

Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo
Domenica 20 agosto 2017 - Sabato 26 agosto 2017

Il titolo del prossimo Meeting per l’amicizia fra i popoli tratto dal “Faust” di J.W. Goethe (“Was du ererbt von deinen Vätern hast, erwirb es, um es zu besitzen!”) pone l’accento sul bisogno di riappropriarsi di quello che ci è stato lasciato in eredità. Che cosa abbiamo ereditato? Una somma di valori? Una storia? Delle verità?
Oggi, nell'era della post-verità, del POST-TRUTH, di cosa abbiamo bisogno per vivere? La “cascata d’informazioni”, in cui fatti veri e falsi si diffondono allo stesso modo, fa sì che ciò che è vero non sia più evidente. Ma gli uomini hanno bisogno di verità?
Sembra che non esista nulla di veramente oggettivo, siamo continuamente raggiunti da un flusso di dati, spesso non verificabili per la mole e velocità con cui vengono trasmessi, la cui unica caratteristica è quella della viralità. Si impone il MAINSTREAM, in cui la ripetizione ossessiva di una idea, di un’istanza, determina cosa è vero e giusto da seguire. Abbiamo bisogno di un CRITERIO, che ci consenta di essere liberi, per poter conoscere con adeguata certezza!
In che tipo di mondo, e di società viviamo? Le definizioni non bastano (società multiculturale, mondo globalizzato, era xpuntozero…): stiamo vivendo un vero e proprio cambiamento d’epoca. La sempre maggiore debolezza delle democrazie nel mondo, gli imprevedibili scenari dettati dalla storia recente, cominciano a evidenziare gli effetti della “terza guerra mondiale a pezzi” e il conseguente sconvolgimento dell’ordine mondiale. Non c’è dunque più nulla che valga la pena di essere conservato? Ha ancora senso parlare di TRADIZIONE, di cultura occidentale? Come l’immigrazione e la sfida dell’integrazione ci interpellano? IDENTITÀ e DIALOGO rappresentano un orizzonte possibile? Se il futuro è un destino di integrazione e di pluralità, il tema dell’eredità riguarda solo la cultura occidentale?
Tutto il meglio di ciò che i padri hanno vissuto come può essere giudicato e riguadagnato?
Quali sono le sfide imposte dalle nuove TECNOLOGIE, e in che direzione esse si svilupperanno mettendo in discussione anche sistemi educativi e formativi? I nuovi algoritmi, ovvero il dna delle piattaforme dei principali motori di ricerca, social network e nuovi media prevedono, parzialmente o totalmente, la SOSTITUZIONE DEL FATTORE UMANO (l’io) con un processo automatizzato. Ci stiamo allora avvicinando ad un mondo dove non viene più riconosciuto, e anzi viene combattuto, l’io, la persona come soggetto di ESPERIENZA?
I GIOVANI oggi cosa, e da chi, ereditano? Da chi imparano? Di quali risorse, non solo economiche, dispongono? Metteremo a tema esperienze di educazione, ma ci interrogheremo anche sul tema del LAVORO, a cui verrà dedicato un innovativo e ampio spazio espositivo e una serie di incontri e appuntamenti con autorevoli personalità.
Nel contesto del prossimo Meeting, anche attraverso spazi e format rinnovati, incontreremo uomini e storie che racconteranno percorsi umani, professionali, scientifici, artistici, imprenditoriali, con al centro il desiderio di COSTRUIRE INSIEME e di affrontare con realismo e coraggio le sfide dell’oggi.
Ciò che desideriamo per il Meeting 2017 è che possa essere, in ogni suo particolare un luogo di dialogo reale dove condividere la ricchezza e la bellezza di cui ognuno è portatore con la sua storia e la sua esperienza, perché si possano intravvedere insieme percorsi possibili di costruzione condivisa, avendo come orizzonte il mondo.